ESPERIMENTO SCIENTIFICO SUL “PENSIERO”

UNOINFINITO

 “Il pensiero modifica la materia anche a distanza di tempo e spazio”

Uno scienziato “chiude” il pensiero con intenzione specifica in una scatola nera per verificarne i risultati a distanza di tempo e spazio.

Questo scienziato, nel 1997 professore della Stanford University, è il Dott. William Tiller:

“Tutto ciò a cui una persona pensa con un un intento specifico, ha un vasto potere sul regno fisico, spesso in modi che non vengono notati”.

Un microchip viene sottoposto all’intenzione trasmessa col pensiero da più persone durante la meditazione,  l’intenzione è quella di modificare il PH dell’acqua almeno di una unità.

Questo microchip viene spedito, chiuso in una scatola ermetica, in un altro laboratorio insieme ad un’altra scatola nera contenente un microchip identico ma vergine.

Entrambi i microchip vengono messi in contatto con due contenitori di acqua separatamente.  L’acqua contenuta in uno dei due contenitori, sottoposta ad analisi, risulta avere un PH variato di una unità.

L’altro contenitore contenente acqua messo in contatto con il microchip vergine, rimane con PH inalterato.

Questo esperimento straordinario conferma che l’intento funziona anche a distanza di spazio e tempo.

Vedi anche: “TEST SU ATLETI DIMOSTRA COME IL PENSIERO SIA IN GRADO DI MODIFICARE QUALUNQUE COSA”

 

.

.

.

.

 

This entry was posted in Senza categoria and tagged , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento