I DIECI MUDRA più Uno

 

 

I MUDRA 

“LO YOGA DELLE MANI”

 

LING MUDRA (Mudra del Calore, del fuoco): 
unire i palmi delle mani, intrecciare le dita (come nell’immagine), il pollice della mano sinistra è dritto, sollevato.

Questo mudra stimola tutti i punti di percezione del nucleo energetico, compresi i punti di fuoco e i 7 chakra (in particolare si percepisce la stimolazione del primo e del settimo)… Incrementando l’energia e la carica vitale. Aumenta il calore del corpo riscaldandone tutte le parti. 

Ottimo in caso di raffreddore e influenza, tosse, asma e sinusite. 
Regola la pressione arteriosa migliorando la circolazione. 
È molto indicato per i più sensibili al freddo e per riscaldarsi nelle giornate più fredde. 
Il colore suggerito da visualizzare durante questo mudra è il giallo, l’arancione o il rosso.

*********************************************************************************

 

PRANA MUDRA (Mudra dell’Energia-Vita): 
la punta del pollice, dell’anulare e del mignolo si toccano… le altre dita sono tese. 

Utile a risvegliare l’energia vitale – il prana.

MUDRA importante perché stimola tutti i chakra e il sistema endocrino rinforzando il sistema immunitario e la vista. Energizza e ricarica l’organismo per ripartire dopo stress e stanchezza fisica; ottimo durante i digiuni sia per l’azione energizzante che per la riduzione della sensazione di fame. 
Pur essendo un Mudra energizzante risulta utile per favorire il sonno in caso di insonnia se eseguito con Gyan Mudra.

 

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

 

GYAN MUDRA (Mudra della Conoscenza):
unire la punta del pollice e dell’indice, mentre le altre 3 dita sono tese.


Stimola l’energia della testa, agendo sui punti di percezione connessi, i relativi Chakra (quelli superiori) e ghiandole endocrine.
Questo MUDRA favorisce e aiuta nella meditazione e nella concentrazione, riducendo la produzione di pensieri negativi e limitanti, migliora la memoria.
Utile per il mal di testa, riduce l’insonnia e l’ipertensione, ed aumentando la pace interiore la collera finirà per svanire.

Per rendere più efficace e duraturo il risultato, l’applicazione delle tecniche è consigliata eseguirla facendo seguire almeno un MUDRA a quello scelto, per esempio, dopo questo Mudra eseguire il Prana Mudra.

*******************************************************************************

 

VAYU MUDRA (Mudra dell’Aria):
la punta dell’indice tocca la base del pollice, che ricopre l’indice con una leggera pressione… le altre dita sono tese.


Questo Mudra contribuisce ad alleviare vari disturbi collegati all’elemento Aria, come cervicale, artrite, gotta, mal di schiena e sciatica.

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

 

 

SOONYA MUDRA (Mudra dell’Etere):
la punta del dito medio è posta alla base del pollice, che ricopre il medio con una leggera pressione… le altre dita sono tese.


Riequilibra gli squilibri collegati al Chakra della tiroide: mal di gola e orecchie, migliorando l’udito e la comunicazione, rinforza le ossa e le gengive.

**********************************************************************

APAN MUDRA – Mudra dei primi tre Chakra (Chakra inferiori): 

si uniscono le punte del pollice, del medio e dell’anulare… le altre dita sono tese.

Stimola la diuresi, la depurazione dell’organismo aiutando ad espellere le tossine.
Utile per mal di denti e per risolvere problemi digestivi e di stomaco, stitichezza ed emorroidi.

******************************************************************

APAN VAYU MUDRA (Mudra del quarto chakra, del Cuore):

Il dito indice tocca la base del pollice premendo leggermente.
La punta del pollice, del medio e dell’anulare si toccano… il mignolo è teso.

I benefici sono gli stessi di Vayu Mudra e Apan Mudra, oltre ad essere particolarmente utile per chi ha o ha avuto problemi legati al cuore, aumenta la resistenza a sforzi fisici. 

Suggerisco di eseguire questo MUDRA tutti i giorni per alcuni minuti.

**********************************************************************

.

 

SURYA MUDRA (Mudra del Sole):
la punta dell’anulare tocca la base del pollice
il pollice fa una leggera pressione sull’anulare… le altre dita sono tese.

Stimola i due chakra inferiori e il settimo, e tutti i punti di percezione della struttura energetica. Trasmette calore al corpo. Anche questo mudra stimola l’attività digerente, aiuta la riduzione di colesterolo e dei grassi in eccesso… se praticato frequentemente si noteranno benefici importanti.

*******************************************************************

 

 

PRITHVI MUDRA (Mudra della Terra):
la punta del pollice e dell’anulare si toccano… le altre dita sono tese.

Ricarica ed energizza lo stato generale della persona eliminando spossatezza e sensazione di debolezza. Migliora l’attività digestiva, stimolando il secondo e terzo chakra, riequilibrando l’appetito. La pelle riacquista la naturale luminosità del corpo.

*******************************************************************

 

 

VARUN MUDRA (Mudra dell’Acqua):
la punta del pollice e del mignolo si toccano… le altre dita tese.

Questo mudra stimola il secondo chakra, ed è utile per l’idratazione del corpo, favorisce le funzioni renali, aiuta a riportare equilibrio alla pelle in generale ed ai vari squilibri cutanei.

*************************************************************************

 

N.B.: nei casi di “emergenza” per eliminare paure, emozioni sgradevoli, ansia, tristezza, collera o qualsiasi malessere

non specificato nei singoli mudra, eseguire tutti i MUDRA consecutivamente, nell’ordine che preferisci e per il tempo che ritieni più opportuno in quel momento.
Questo è una sorta di “rimedio di emergenza” perciò la durata del tempo di esecuzione per ogni MUDRA in questi casi può essere anche variabile… fai come ti senti e ripeti il o i mudra, se lo ritieni opportuno, finché ottieni risultati soddisfacenti.

 

PER I PIÙ ESIGENTI E VOLENTEROSI:
Eseguire tutti e 10 i Mudra regolarmente tutti i giorni, al mattino appena svegli e alla sera possibilmemte al tramonto (o comunque prima di cena, oppure 1-2 ore dopo cena) ed incrementando i tempi di applicazione per ogni mudra.

Ogni giorno è possibile eseguire tutti i MUDRA per almeno due minuti cadauno, per un totale di venti minuti circa, poi riposo per 7 minuti da sdraiati.
In alternativa eseguire una coppia di MUDRA a scelta per una durata totale di almeno quindici minuti (7 minuti circa per MUDRA), poi riposo per circa sette minuti da sdraiati.

Durante l’esecuzione dei MUDRA aiuta visualizzare un colore a scelta, come già detto, e respirare lentamente (ispirando dal naso ed espirando dalla bocca).

LA CILIEGINA SULLA TORTA, di cui voglio omaggiarti,
è l’elaborazione di un MUDRA “aggiuntivo”, di notevole importanza, al punto che potrebbe essere “la torta” e non solo “la ciliegina”! 🙂

Questo MUDRA si esegue diversamente dagli altri, in quanto oltre all’uso delle mani comprende l’utilizzo dei piedi e di un suono da emettere o verbalmente o mentalmente.
È una potente tecnica di stimolazione e attivazione di tutti e sette i Chakra utile al totale riequilibrio energetico, e di incanalazione dell’energia cosmica, prana superiore, come vero e proprio nutrimento dello Spirito.
Una “carica” per partire alla grande e per rigenerarsi e liberarsi dalla stanchezza e dallo stress quotidiano.

Il Mudra va eseguito in due fasi.


La prima fase consiste nell’incanalare l’energia cosmica dal settimo Chakra (della corona), situato sulla testa dove vi è la fontanella e va eseguita così:
Seduti comodamente con le gambe incrociate a piedi nudi, la schiena eretta e libera (non appoggiata allo schienale della sedia o poltrona), le mani giunte tipo “preghiera” davanti al viso e si portano sopra la testa (senza appoggiarle alla testa), con le dita rivolte verso l’alto e con i palmi verso l’interno. Staccare poi le mani una dall’altra di pochi centimetri (dieci cm circa) formando un’apertura a forma di “cono” o “V”, così =  \ /    sempre mantenendo le mani staccate una dall’altra.
Mantenere la posizione per 2 minuti circa.

Occhi chiusi, visualizzare, immaginare, una luce bianca scendere dall’alto e passare tra le mani fino ad entrare nella testa dalla fontanella.
Durante questa esecuzione emettere il suono: ” SO-AM“, ripetendolo lentamente più volte, per tutta la durata della tecnica, cioè due minuti.

Trascorsi due minuti mantenere la posizione delle gambe e portare le mani ai piedi, restando seduti con schiena eretta (questa è la seconda fase).
La mano destra afferra la pianta del piede sinistro, e la mano sinistra afferra la pianta del piede destro, così da avere i palmi delle mani appoggiati alla pianta dei piedi.
Mantenere la posizione per qualche minuto ( 6-7 minuti se possibile), con gli occhi chiusi.

Durante questa esecuzione emettere il suono “LAM“, ripeterlo lentamente, più volte per 3/4 della durata della tecnica (6 minuti circa), ed emettere il suono “SO-AM” per 1/4 del tempo di esecuzione, cioè per l’ultimo minuto a completamento della tecnica.
Totale tecnica 7 minuti.

Al termine ci si dedica qualche minuto di riposo (minino 7 minuti) sdraiati comodamente, con gli occhi chiusi possibilmente.

Qualunque scelta farai sull’esecuzione dei mudra otterrai risultati straordinari e sorprendenti su ogni aspetto della vita, migliorando la stato generale di salute psico-fisica, emozionale ed energetica.

Resto a tua completa disposizione per ulteriori informazioni e chiarimenti, e se ti fà piacere, sarei felice di conoscere la tua esperienza ed eventuali condivisioni sull’applicazione dei MUDRA e dei risultati che hai ottenuto.

Ti Auguro di raggiungere alti stati di consapevolezza, di ottenere ciò che vuoi, tanta gioia, felicità e soprattutto Amore da condividere con tutto ciò che ti circonda!

Buon divertimento e che la tua vita sia un Meraviglioso viaggio!

Un abbraccio grande e… a presto!
Ciao 🙂

Davide

      L’ENERGIA DELLE MANI 

   

Lascia un commento

CERCA

ISCRIVITI ALLE NEWSLETTER PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATO!

ARTICOLI

SEI QUI PER ESSERE FELICE!

LA LIBERTÀ ESISTE... è dietro quei recinti che ci siamo costruiti intorno! ^_^ ...non sei qui per caso!